giovedì 21 marzo 2013

Un'estremizzazione politica dagli effetti imprevedibili

La Sezione Lega Nord Padania di Usmate Velate è lieta di salutare il nuovo Papa Francesco I, pontefice che, nonostante i pochi giorni dall'elezione, ha già saputo dimostrare grande carisma, chiarezza d'intenti e spontaneità d'azione.
La persona dell'ex cardinale Bergoglio è in questi giorni al centro di grande interesse, curiosità e celebrazione per le molte novità e primati che porta con sé ma soprattutto per la sua austerità, con il desiderio di una Chiesa povera, ed il suo trascorso, da cardinale di Buenos Aires, nell'impegno attivo e concreto verso gli strati più deboli della grande e difficile metropoli argentina, trascorso contraccambiato dalla grande stima e grandi aspettative che il mondo intero gli ripone.

Tra le tante informazioni e indiscrezioni sull'ex porporato, originario del Piemonte, che in questi giorni si susseguono, è stata resa nota anche la notizia di una lettera creata dall'allora cardinale Bergoglio in occasione del voto al Senato della Repubblica Argentina previsto per il 15 luglio 2010 sulla proposta di legge intesa a legalizzare il matrimonio e le adozioni omosessuali.

La lettera indirizzata ai quattro monasteri carmelitani della città esortava i regolari ad invocare il Signore “affinché mandi il suo Spirito sui senatori che saranno impegnati a votare. Che non lo facciano mossi dall’errore o da situazioni contingenti, ma secondo ciò che la legge naturale e la legge di Dio indicano loro” perché quella non era “semplicemente una lotta politica, ma è un tentativo distruttivo del disegno di Dio [..] cioè l’uomo e la donna che ricevono il comando di crescere, moltiplicarsi [..]”.

Si sarà stropicciata gli occhi nel leggere l'intera lettera la nebulosa della sinistra italiana: il popolo dei pugni chiusi, delle bandiere arcobaleno, degli smacchiatori e degli “scouting”, in cui si invitava a non essere ingenui dinanzi a questi temi troppo spesso abusati per tornaconti politici, ed aggiungo io di esasperato, disfattista ed ipocrita buonismo delle incondizionate aperture e concessioni a tutti i costi. Questo mondo già pronto a strumentalizzare ogni azione del nuovo Papa che sta[va] dalla “loro parte” si è già disincantato, come in quel tardo pomeriggio del 25 febbraio?

Il nuovo pontefice con quella lettera si dimostrò, a suo modo, vicino alla linea di pensiero della Lega Nord (!), pensiero riassunto con queste parole di Luca Zaia: “assoluta disponibilità e massimo rispetto nei confronti dei sentimenti delle persone, per cui io sono favorevole al fatto che ognuno possa esprimere fino in fondo il proprio sentimento e la propria sessualità, come meglio crede [..] ma la possibilità dell’adozione mi pare un’estremizzazione dagli effetti imprevedibili.
D.R.

Nessun commento:

Posta un commento