giovedì 4 maggio 2017

Il Cristiano Ipocrita



Prendiamo spunto da una recente frase di papa Bergoglio per commentare alcuni fatti ‘gravi’ per chi crede ancora nei valori etici non negoziabili, come la indisponibilità della vita umana. In questi giorni è stata approvata alla Camera la legge sul testamento biologico, che di fatto introduce l’eutanasia anche in Italia. Come sempre accade su questi argomenti, si è creato un asse politico tra il Movimento 5 stelle e il Partito democratico: hanno votano entrambi a favore essendone i promotori, come successe per la legge sulle unioni omosessuali e sulla maternità surrogata (l’utero in affitto), confondendo tragicamente tra “atto di civiltà” e omicidio per fame e sete.

Possiamo affermare che nei recenti anni, molti politici sono transumati dallo scudo crociato, al progressismo, al radicalismo senza batter ciglio e senza troppi sussulti di coscienza, questo anche a Oeus Velaa.Il direttore dell’Avvenire (giornale che fu anche cattolico) dopo tutti questi abusi alla indisponibilità della vita umana e alla sacralità della famiglia, addirittura dichiara che: “Sui grandi temi c’è grande sintonia tra noi cattolici e i grillini”.

Rop de matt.

Usmate Velate è governata dal Partito democratico, molti esponenti della maggioranza provengono dagli ambienti oratoriali, dalle parrocchie, plurivotati e sponsorizzati caldamente dall’entourage ecclesiale locale.

Come si porranno costoro davanti a questa ennesima legge sostenuta dal loro partito? Da cristiani integri o da cristiani ‘ipocriti’, relegando questi argomenti al disinteresse, volgendo lo sguardo altrove o fingendo di non sapere?

Ricordiamo che questi membri della Giunta, in Consiglio Comunale dichiarano che: “la fede cristiana è una cosa privata” e di conseguenza rifiutano di riconoscere (e dichiarare nello Statuto comunale) che la nostra Storia, la cultura del paese, dello Stato e dell’Europa, siano assolutamente impermeate di cristianesimo; sono altresì contrari alle battaglie per il crocifisso e i presepi natalizi nei luoghi pubblici. Assurdo.


Per i lettori interessati linkiamo un articolo tratto dal quotidiano La Stampa, che ci informa di questa condivisibile reazione di alcuni parroci, grazie al cielo ancora integri e coraggiosi nella testimonianza, contro la legge DAT sul biotestamento:
http://www.lastampa.it/2017/04/22/vaticaninsider/ita/vaticano/chiese-a-lutto-contro-il-biotestamento-RmVrKbaxqX8DIHUQsU6sZN/pagina.html


Stefano Vimercati

Nessun commento:

Posta un commento