lunedì 16 aprile 2018

“Buona amministrazione”? Che problema c’è !?


Leggiamo sull’ultimo numero del Notiziario due interventi e se non lo avete ancora fatto invito anche voi a leggerli.
Il primo è riferibile al sindaco ed è sulla penosa condanna in primo grado dell’Amministrazione del PD e Co., mascherato dalla solita Lista Civica, che obbliga il Comune alla restituzione di quanto impropriamente fin qui incassato dall’A&B (immobiliare in via di fallimento). I nostri amministratori adesso, ovviamente, ricorrono in Appello, tanto le spese le paghiamo noi!
Ricordiamo  che ai tempi non tutto il Consiglio Comunale, ma solo la maggioranza approvò la pericolosa avventura in cui volevano coinvolgere il Comune: l’opposizione non solo la bocciò, ma sottolineò i pericoli ed i rischi, anche penali, che tale iniziativa comportava, al punto di abbandonare l’aula al momento del voto.
Mi sembra anche opportuno ricordare che la cifra citata a compensazione e relativa a tassazione non versata è difficilmente commutabile sic et simpliciter col rimborso citato e che la stessa è in parte bloccata dalla società di riscossione (la solita mania di terziarizzare!) la quale a sua volta naviga in pessime acque e che non ha nessuna intenzione, o peggio possibilità,  di darci quel poco che ci spetta. Su tutto vigila come un falco il Curatore fallimentare: non credo si lascerà sfilare dalle mani il malloppo complessivo.
Ma che problema c’è !?
L’altro intervento, riferibile all’Assessore ai Lavori pubblici, cita il “millantato” trionfo dei cittadini nell’aver ottenuto il ritorno, almeno parziale, alla situazione precedente nelle vie Belgioioso, De Gasperi, Salvo D’acquisto. Sono stati buttati via € 2.800 (sempre dei cittadini) per un’operazione inutile, anzi dannosa. Le lamentele degli abitanti della zona per le assurde decisioni prese a suo tempo dall’amministrazione sono spacciate come “dialogo con l’amministrazione” e la rovinosa marcia indietro come “vittoria dei cittadini e della Buona Amministrazione”: insomma che problema c’è!!
Ricordiamo che questi amministratori sono reduci  dai successi dell’Affare Fimer  e relativa condanna (chissà che fine hanno fatto le opere di ripristino della continuità ambientale ordinate!) e hanno in serbo altre nuove fantasiose e profumate iniziative.
Riflettete e ricordate che li abbiamo eletti noi, o meglio voi, e tra un po’ ci risiamo!

ARF

Nessun commento:

Posta un commento